Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza solo cookie tecnici senza raccolta di dati, tuttavia cookie di terze parti (es. mappe di google, video YouTube, contatori visite) possono profilare visite. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Editha Fleisher

Nata a Falkenstein, in Baviera, Fleischer è la sorella minore del tenore Hanns Fleischer. Studia canto con Lilli Lehmann e fa il suo debutto nel 1917 alla Berlin State Opera (BSO) come Konstanze nella Die Entführung aus die Serail di Mozart. Ha continuato a eccellere nei ritratti di eroine nelle opere di Mozart al BSO e al Festival di Salisburgo; facendo le sue prime apparizioni presso quest'ultima istituzione nel 1922 come Susanna in Le nozze di Figaro e Zerlina in Don Giovanni.
Dal 1922 al 1924 Fleischer è stata artista principale con la Compagnia dell'Opera Tedesca, una compagnia operistica itinerante che si è esibita in tutto il Nord America. I ruoli che eseguì con quella compagnia includevano Adele in Die Fledermaus, Hansel in Hansel e Gretel, Marzelline in Fidelio e Susanna. Nel 1925 ha tenuto concerti in una tournée in Italia. Ha anche lavorato per un'altra compagnia operistica itinerante in America, la William Wade Hinshaw Company, nel 1925-1926, con la quale ha interpretato principalmente ruoli di Mozart in inglese.
Il 6 novembre 1926 Fleischer fece il suo debutto al Metropolitan Opera come prima Dama nel Flauto Magico sotto la direzione di Artur Bodanzky. Ha cantato per dieci stagioni al Met in un totale di 400 spettacoli. È apparsa in diverse anteprime degli Stati Uniti al Met, tra cui Lisette ne La rondine di Puccini (1928), Aithra in Die ägyptische Helena di Richard Strauss (1928), Yvonne in Jonny spielt auf di Ernst Krenek (1929), Volkhova nel Sadko di Nikolai Rimsky-Korsakov (1930) e Sofia ne Il signor Bruschino di Rossini. Altri ruoli che ha cantato per la compagnia sono stati Adina ne L'elisir d'amore, Alice Ford in Falstaff, Ännchen in Der Freischütz, Berthe ne Le prophète, Dorabella in Così fan tutte, Eva in Die Meistersinger von Nürnberg, Fiametta in Boccaccio, l'Uccello della foresta nel Siegfried, Gutrune e la terza Norna nel Götterdämmerung, Hänsel, Lauretta nel Gianni Schicchi, Marguerite nel Faust, Marzelline, Mathilde nel Guglielmo Tell, Micaela in Carmen, Musetta ne La bohème, Nedda in Pagliacci, Ortlinde in Die Walküre, Pamina nel Flauto magico, Petrita in Donna Juanita di Von Suppe, la principessa Eudoxie ne La Juive, Serpina ne La serva padrona, il Pastore nel Tannhäuser, Sophie in Der Rosenkavalier, Stéphano in Roméo et Juliette, Woglinde in Das Rheingold e Zerlina. La sua ultima esibizione al Met fu come Woglinde nel Götterdämmerung il 21 marzo 1936.
Dal 1934 fino al suo ritiro nel 1949, Fleischer è stato soprano principale al Teatro Colón di Buenos Aires, dove suo marito, il direttore d'orchestra Erich Engel, era regista. Inoltre è apparsa regolarmente nelle sale da concerto in Danimarca, Germania e New York durante la sua carriera. Ha iniziato a insegnare canto mentre viveva in Argentina, dove i suoi allievi includevano il soprano Nilda Hofmann e il basso Carlos Feller. Nel 1949 si unì alla facoltà di canto del Conservatorio di Vienna. In seguito ha insegnato canto in privato a Zurigo, dove morì nel 1957.